Fangoterapia: un antico e naturale rimedio anti cellulite

Fangoterapia origini molto antiche per una terapia che nasceva proprio in quei luoghi dove la conformazione geologica rendeva disponibili l’utilizzo delle sorgenti e delle acque calde.

Le antiche popolazioni di questi luoghi consideravano i benefici di queste terre delle virtù, terapeutiche e depurative.

Fangoterapia

Trattamento anti cellulite che apporta un efficacie aiuto alla lotta contro quest’ultima.
fangoterapia

Essa favorisce un miglioramento generale dei tessuti e del tono della pelle e molto altro ancora.

I fanghi sono annoverati tra i trattamenti estetici e curativi rivolti a eliminare i liquidi in eccesso, trattenuti nei tessuti di gambe, addome e fianchi.

E non solo. A seconda del tipo di fango possono avere diverse applicazioni su problemi della pelle (dermatite, eczema, psoriasi ecc.) di infiammazioni articolari e molte altre ancora.

La fangoterapia è una cura che si dimostra efficace per molti disturbi e svolge funzione disintossicante e mineralizzante per l’organismo.

Antinfiammatoria su ossa, articolazioni e cartilagini.

I fanghi sono molto utili per curare i reumatismi, l’artrite e l’artrosi.

I fanghi possono risolvere diversi tipi di inestetismi e possono apportare numerosi benefici all’intero organismo

Possono essere utilizzati come trattamento abituale o far parte di una vera e propria terapia.

Contrastano infatti la cellulite, migliorano l’elasticità della pelle, la sua consistenza e il tono, il suo aspetto in tutte le sue parti.

Il fango è composto da una percentuale di impasto caldo a base di argilla, da acqua minerale e da alcune alghe molto particolari.

Il fango è praticamente la fusione di una componente solida (l’argilla) e una componente organica (l’humus).

Esso è formato dall’attività microbiologica di alghe, microalghe, protozoni e batteri.fangoterapia

Da fango a fango possono  esserci numerose differenze:

  • a seconda del tipo d’acqua
  • della percentuale di alghe che contiene
  • da dove proviene la componente solida.

Come funziona?

Il fango “maturo” è alla base della fangoterapia che svolge la sua azione attraverso quattro fasi principali:

  • l’applicazione del fango
  • il bagno in acqua termale
  • la reazione sudorale
  • il massaggio tonificante.

Il fango viene applicato direttamente sulla pelle ad una temperatura tra i 37 °C e i 38 °C per un periodo che varia dai 15 minuti alla mezz’ora circa.

Al termine dell’applicazione, il paziente, dopo essere stato sottoposto ad una doccia calda, si immerge nel bagno termale alla temperatura di 37-38 °C per circa una decina di minuti.

Infine, viene asciugato con panni caldi.

Dalle proprietà fisiche dei fanghi deriva la loro consistenza

Le proprietà del fango sono:fangoterapia

  • la capacità calorica, cioè il potere di accumulo o di dispersione del calore, quando vengono a contatto con la pelle.
  • La plasticità, cioè il grado di malleabilità del fango e quindi la capacità di aderire alla superficie corporea.

Quest’ultima proprietà è in relazione con il numero e le dimensioni delle particelle della componente solida.

Un’argilla è tanto più plastica quanto :

  • maggiore è il numero delle particelle che la compongono
  • minore è la loro dimensione.

Il potere di assorbimento e di scambio ionico dovuto al processo di osmosi (scambio) in virtù del quale le sostanze minerali entrano attraverso la pelle ed escono particelle di acqua e di grasso.

 

Free WordPress Themes
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: